Compagnia Teatrale Pullecenella & C.

Compagnia Teatrale Pullecenella & C.

Pullecenella & C.

Ernesta Manselli,  Marinella Petrone e Luigi Aversa,  dopo diversi anni di esperienza teatrale, sia a Napoli, sia a La Spezia; si sono ritrovati per fondare, all’inizio del 2012,  la Compagnia Teatrale “Pullecenella&C:”

La compagnia annovera fra i suoi componenti:  Francesco Toscano; esperto attore del teatro napoletano, Marco Matera: attore spezzino del teatro d’improvvisazione; Gennaro Furente: promessa della regia  e responsabile della Sezione Teatro della Roccaforte del Nord;  il cui  Presidente è Simone Carozzo che, oltre ad arruolare gli attori nell’Associazione Culturale, fa parte integrante della Compagnia. Dopo il successo di “E’ tornata Marisella!”,  lavoro rappresentato lo scorso anno al  Dialma Ruggiero, struttura comunale di La Spezia, la commedia è stata trasmessa da Tele Liguria Sud e da Artis,  ha  inoltre partecipato alla rassegna teatrale organizzata dal Comune di Follo, ed è stata rappresentata a Napoli, in tourneé dalla Compagnia.

In occasione  della produzione dello spettacolo “Agenzia Patrimoniale” altri amici si sono uniti al gruppo: Raffaele Insabato: eccellente caratterista napoletano; Paolo Lo Giudice: versatile attore spezzino; Barbara Urli: veterana delle scene e le nuove promesse: Anna Maria Di Palma, Giovanna Ghezzi, Silvia Luisi, Cristina Bordino, Giovanni Gallo e l’attore, regista e compositore spezzino Vladimiro Andreani. Fa egregiamente parte della Compagnia, l’insostituibile responsabile tecnico Carmine Esposito, coadiuvato da Riccardo Aversa

Ernesta Manselli  attrice della tradizione napoletana, nasce a  Napoli nel 1948 e, dopo aver tirato su due figli, si ritrova piacevolmente sulle scene a Napoli. Attrice teatrale, televisiva e cinematografica, con l’Associazione Culturale “La Rosa dei Venti” ha messo in piedi undici lavori teatrali e un cortometraggio premiato dal Comune di Napoli con 25.000 euro.  Con le sue interpretazioni che attraversano trasversalmente il teatro napoletano: dalla commedia dell’arte di Pulcinella, ai fratelli De Filippo, da Fayad ai fratelli Di Maio, è stata  otto volte protagonista, quattro coprotagonista, fino a collaborare nella regia quale punto di riferimento di scena. E’ stata la voce femminile in “Parole  e Musica”, recitando brani e poesie di noti autori napoletani.  Ha contribuito alla realizzazione del Teatro “La Scaletta” del Vomero a Napoli, qualificandolo come luogo accogliente del   teatro amatoriale napoletano. È sua la regia della commedia “È tornata Marisella !” e di  “Agenzia Patrimoniale”. Ernesta, dopo aver, quindici anni fa, coinvolto in questa passione il marito Luigi Aversa, oggi vive alla Spezia, ed insegna ad  amare il teatro a giovani leve ed ai nipotini, portandoli in scena come in un bel gioco con le sue regole e le sue emozioni.

Marinella Petrone nasce a Napoli il 1959. Il suo primo debutto sulle scene avviene a La Spezia nel 2002 con la Compagnia “La Corte” interpretando: La Fortuna con la effe maiuscola. Versatile attrice del Teatro Amatoriale Professionale, fino al 2006, ha interpretato famosissimi personaggi della Commedia Napoletana. Fanno parte del suo bagaglio: Questi Fantasmi, Le bugie con le gambe lunghe, L’uomo la bestia e la virtù, ed il ruolo  di Filomena Marturano nella celeberrima commedia di Eduardo De Filippo. È sulla scena della vita di tutti i giorni con il suo lavoro e con il ruolo da protagonista di madre e moglie nella sua numerosa famiglia. Il fortunato incontro con Luigi Aversa ed Ernesta Manselli,  l’ha riportata al teatro con rinnovata passione, fondando nel 2012, con questi nuovi amici, la Compagnia “Pullecenella & C”, dove contribuisce alla ricerca ed alla preparazione di nuovi giovani talenti da inserire  sulle scene di questo magico mondo, per mantenere e, divulgare con entusiasmo la tradizione e la cultura del teatro napoletano.   Ritornata oggi sul palco, come coprotagonista, ha interpreta il ruolo di Rosa nello Spettacolo teatrale “ E’ tornata Marisella ! “ e di Lucia in “Agenzia Patrimoniale”

Luigi  Aversa  attore  caratterista di estrazione napoletana, nasce a Napoli nel 1950. Con l’Associazione Culturale “La Rosa dei Venti”, di cui è stato responsabile della sezione teatro per circa dieci anni, ha organizzato nutrite stagioni teatrali con il coinvolgimento di diverse compagnie amatoriali professionali. Ha partecipato a tredici lavori teatrali e ad un cortometraggio premiato dal Comune di Napoli con 25.000 euro. Ha Ricoperto due ruoli da protagonista e undici da co-protagonista. Nel 2000/2001, a completamento di un corso specialistico tenuto dall’Associazione Italiana Cultura Qualità di Milano, ha presentato una tesi sul teatro amatoriale professionale, dal titolo: “strumenti e metodi per il miglioramento della qualità della vita”,  ottenendo la qualifica di Quality System Manager. Ha contribuito alla realizzazione del Teatro  “La Scaletta” di Napoli, dove ha anche progettato scenografie e collaborato alla loro realizzazione. Dal 2008 cittadino di La Spezia, ha preso parte a due lavori teatrali organizzati  dall’Associazione  Culturale   “Le Maschere al mare”. Cimentandosi come autore ha scritto “E’ tornata Marisella!” ed “Agenzia Patrimoniale” commedie brillante in italiano con ambientazione napoletana.

Francesco Toscano Nasce a Torre del Greco (NA) nel 1955, il suo debutto nel teatro avviene alla Spezia nel 1997 con la Compagnia “La Corte” con la celebre commedia di Eduardo De Filippo “Napoli milionaria. Versatile e maturo attore del teatro napoletano, ha interpretato sempre ruoli principali e da coprotagonista. Tra le sue performance ricordiamo le più famose: Questi fantasmi, Le bugie con le gambe lunghe, La fortuna con la effe maiuscola, L’uomo la bestia e la virtù, Lo strano caso di Felice C ed il difficile ruolo di Domenico Soriano in Filumena Marturano indimenticabile commedia, patrimonio inestimabile della cultura teatrale napoletana. Attualmente calca le scene con la Compagnia “Senza arte e senza parte”. Accettando con entusiasmo la richiesta di Luigi Aversa ed Ernesta Manselli, suoi nuovi amici, con la Compagnia “Pullecenella & C” ha interpretato il caratteristico ruolo di Federico nello spettacolo teatrale è Tornata Marisella !” e di Tonino profugo dall’Ucraina in “Agenzia Patrimoniale”

Simone Carozzo nato a La Spezia, nel 1975, dopo una lunga esperienza, ormai più che ventennale nel mondo dei Giochi di Ruolo, ha ottenuto importanti risultati in campo nazionale, fino a vincere, nel anno 2000, il titolo di Campione Italiano a Squadre. Con gli amici della “Guardia della Roccaforte”, ha seguito corsi di teatro di improvvisazione. Ha partecipato, inoltre, ad alcuni match e corsi di teatro classico sotto la guida di Roberto Merlino, nel laboratorio del Teatro Don Bosco di La Spezia. Non mancando di dedicarsi  al suo processo di  formazione continua, ed allo scambio di esperienze, frequenta corsi e stage nazionali di sceneggiatura e scrittura cinematografica, curandone contemporaneamente anche la  parte tecnica, con la direzione degli attori e della fotografia.  Sotto la guida di Riccardo Monopoli e Marco Sani, della compagnia spezzina “Il Reatto”, va in scena diverse volte, tra le quali ricordiamo “Baccicio do Tin” e la versione teatrale di alcune  novelle del Boccaccio, interpretando parti comiche da caratterista. Versatile nel teatro d’improvvisazione, collabora anche con  altri registi teatrali, tra i quali ricordiamo Alessandro Albertini. In manifestazioni pubbliche, è interprete di rievocazioni storiche e di letture di poesie. Lungimirante Presidente dell’Associazione Culturale “La Roccaforte del Nord”, accoglie con simpatia e amicizia la compagnia teatrale napoletana “Pullecenella & C” fino a farne parte, dove, nella commedia “è tornata Marisella !”, ha interpretato il personaggio del gelosissimo barone Osvaldo Camera e in “agenzia Patrimoniale” quello spassosissimo dell’avvocato La Quaglia, esprimendo con signorilità e pacatezza diversi stati d’animo

Gennaro Furente, nato a San Giorgio a Cremano nel 1979 cresce ad Ercolano a “pane e napoletanità”. Folgorato dalla magia del teatro, debutta alle scuole elementari, nel ruolo di “Razullo, in “La cantata dei pastori”. Nella sua adolescenza, molteplici sono stati i ruoli ricoperti e le occasioni di scoprire i grandi del teatro napoletano. Maturate queste esperienze, dopo una pausa, ritorna sulle scene a Taranto, con una compagnia amatoriale, in un adattamento musicale di “Filumena Marturano” capolavoro di“Eduardo”. Nella città di La Spezia, dove adesso vive, conosce il regista e attore Spezzino Riccardo Monopoli e gli collabora, nelle sue produzioni nel Laboratorio Teatrale Don Bosco. Va in scena in diverse produzioni e collabora con la compagnia spezzina “Il Reatto”,.Frequentando il laboratorio teatrale, conosce Simone Carozzo e Irene Baruffetti, e, attraverso questi nuovi amici, scopre il mondo dei giochi di ruolo live. Incontrando Simone, si trova nella “La Roccaforte del Nord” e in “Corte Tripoli Cinematografica”. Con la Roccaforte, in qualità di Responsabile per il teatro, il cinema e lo sport, realizza, assieme ad un nutrito team, la fiera “La Spezia Comics and Games 2012”, curando i rapporti con Disney Italia. In Corte Tripoli, grazie alla collaborazione con Roberto Merlino, trova l’approccio alla scrittura frequentando il 9° Stage Nazionale Fedic di Sceneggiatura tenuto da Giacomo Scarpelli,  sceneggiatore de “Il Postino” di M. Troisi. L’approccio alla regia teatrale, lo consegue con Benedetta Frigerio della Associazione For.T.E. presso il Dialma Ruggiero della Spezia dove ha occasione di collaborare con l’attore spezzino Alessandro Albertini. Agli albori del 2012, grazie all’invito degli amici Ernesta Manselli e Luigi Aversa, entra  nella  Compagnia Teatrale “Pullecenella & C.” dove, nel lavoro “è tornata Marisella!”, da vita al personaggio de “il rapinatore” ed in “Agenzia Patrimoniale” a quello dello scanzonato Gennarino.

Raffaele Insabato    versatile attore teatrale, nasce a  Napoli nel 1948. Appassionato del teatro, “nel mezzo del cammin della sua vita”, è riuscito a coronare il sogno di calcare le scene. L’occasione  gli si è presentata nel 2000 con  la compagnia “Siparium” di Caserta, diretta dal regista Aldo Guida, che ha tirato fuori tutto il talento di Raffaele, affidandogli ruoli  in opere di E. De Filippo, G. Di Maio e di E. Scarpetta, quali “Napoli Milionaria”, “Madama e quatte solde”, “il morto sta bene in salute”, “Letizia Corallo con madre a carico”, “Cafè chantant” e “Francesca da Rimini”. Nel 2005, per migliorare le sue performances ha partecipato ad un percorso formativo patrocinato dalla Regione Campania, dove il regista Antonio Iavazza (La Squadra RAI 3), affidandogli un ruolo in Don Chisciotte a Napoli”, ha dato l’impronta professionale a quella che fino ad all’ora era stato, per Raffaele, l’approccio amatoriale al teatro. Nel 2008, trasferitosi a La Spezia, ha debuttato con la compagnia “La Corte” di Bolano diretta da Maria Grazia Chilosi, interpretando: “Rumori Fori Scena” di Micheal Frayan, “Se devi dire una bugia dilla grossa” di Ray Coney e con, “tre sull’altalena”, di Luigi Lunari, ha vinto il premio speciale, come migliore interprete, al 2° Festival di Teatro “Attori in Corso” di Fosdinovo. Finalmente nel 2013 approda nella Compagnia “Pullecenella & C” di La Spezia, che lo accoglie a braccia aperte.

Barbara Urli   attrice Spezzina, nasce a Torino il 1970. Dopo varie esperienze lavorative, si avvicina al teatro per esprimere al meglio l’esuberanza del suo carattere. Frequenta il laboratorio di recitazione del regista e attore Spezzino Alessandro Albertini, autore dell’opera teatrale “il Viaggio”, dove Barbara è stata tra gli interpreti.  “L’albergo delle donne tristi”, dal romanzo di Marcela Serrano, ha visto l’attrice cimentarsi in un’ opera dove si intrecciano storie di donne, di diversa estrazione sociale, emotivamente accomunate. Sempre in cerca di miglioramento, Barbara affina la sua preparazione frequentando diversi corsi di perfezionamento. Nel 2006 si ritrova con un gruppo di amici nell’Associazione di Gabass, con la quale ripropone le precedenti esperienze teatrali. Nel 2010,  si unisce  all’Associazione Culturale Unatantum, di Sarzana, e porta  in scena: “La testa” ed “Equivoci” scritti e diretti dal regista Alfonso Di Maria. Attualmente, oltre ad essere impegnata in “Oscar”, lavoro teatrale di Claude Magnier, partecipa alle rappresentazioni estemporanee di “cene con delitto” del gruppo Teatrocorsaro. Sempre in cerca di nuove esperienze, alla fine del 2012 conosce gli amici della Compagnia Napoletana “Pullecenella & C”, dove l’attrice e regista Ernesta Manselli, gli propone l’impegnativo  ruolo di Katia, esuberante  cameriera Ucraina, in “Agenzia  Patrimoniale” commedia scritta da Luigi Aversa. Barbara accetta la parte felice di rafforzare, in questo lavoro, la componente “C” della Compagnia.

Paolo Lo Giudice nasce ad Aulla (MS) nel 1948 e vive, sin dall’età scolastica, a La Spezia. Nonostante la passione per il teatro sempre coltivata, giunge al teatro attivo quasi per caso ed in età più che matura, dimostrando  da subito versatilità con particolare attitudine ad interpretare personaggi improntati da serietà ed eleganza comportamentale. Dal 2007 ad oggi è andato in scena con l’Associazione Culturale “Le maschere al mare”, interpretando da coprotagonista opere di Pirandello, Verga e Ionescu per un totale di nove rappresentazioni, oltre ad esibirsi in diverse occasioni, tra cui in una delle “Notti Bianche” patrocinate dal Comune della Spezia, nelle letture di poesie abbraccianti ampi periodi letterari (dal “dolce stil novo” ad opere contemporanee). In occasione della “Festa della marineria” del 2011, in una rappresentazione di piazza. interpretava  il ruolo di un vecchio pescatore. Ha frequentato per tre anni il laboratorio teatrale Don Bosco di La Spezia diretto da Riccardo Monopoli, esibendosi in numerosi saggi tratti da opere quali , a solo titolo di esempio, “L’honneur des Brossarbourg” e “L’Extra – Lucide” di Courteline e farse quali “In Pretura” di Ottolenghi.

Si è impegnato anche nel teatro dialettale con la Compagnia Teatrale “La nuova aramé” andando in scena con spettacoli in piazza organizzati dalla Pro Loco di Le Grazie e di Cadimare (SP). Dal 2012 entra a pieno merito nella Compagnia Teatrale “Pullecenella & C.” con la quale, con numerose repliche, ha interpretato il ruolo dell’elegante  barone Viromallo nella commedia brillante in tre atti  “Agenzia Patrimoniale”  ricoprendo anche il ruolo di Direttore di scena.

Anna Maria Di Palma nasce a la Spezia il 13 gennaio 1962. Poliedrica e curiosa della vita, ha come filosofia propria il concetto di arricchimento che ogni esperienza da all’essere umano. Così forma la sua cultura nel profondo amore per il cambiamento, l’interazione con gli altri ed il viaggio inteso come esplorazione del se’. Accosta con umiltà ed entusiasmo ogni forma di arte ed arriva a far parte nel 2011 della compagnia del regista Alfonso de Maria, con la quale partecipa allo spettacolo teatrale” é tempo per una storia”. Il suo contributo, in lungo introspettivo monologo tratto da una pièce teatrale di Stefano Benni, intitolato “la moglie dell’eroe”, raccoglie consensi entusiasti che la portano ad una riflessione sulle proprie intrinseche capacità. Da sempre visceralmente legata a Napoli, alla sua storia artistica, ai suoi contrapassi tra ironia e dramma, indolenza ed energia, si accosta alla Compagnia teatrale ” Pulecenella & C”  della regista Ernesta Manselli per caso e destino. In seno ad un contesto umano di elevatissimo spessore e professionalità, affina le proprie doti comiche impersonando il poliedrico personaggio di katerina,  aspirante cameriera, nella commedia “Agenzia Patrimoniale” di Luigi Aversa, in una escalation di gag che hanno coinvolto il pubblico sino a farle sentire l’ebbrezza di un applauso a scena aperta.

Vladimiro Andreani. Regista, attore e compositore spezzino veterano delle scene. Con la compagnia “Senza arte e senza parte”. Ha portato in scena numerose commedie. In “Agenzia Patrimoniale” è l’ingegnere Della Valle.

Marco Matera . attore del teatro di improvvisazione. È con la compagnia “Pullecenella & C” già dallo scorso anno con la commedia “’è tornata Marisella” In “Agenzia Patrimoniale” è il dottor Marco Spinelli

Giovanni Gallo veterano sulle scene spezzine, collabora con la Compagnia per le inevitabili sostituzioni di personaggi maschili in caso di momentanea indisponibilità

Giovanna Ghezzi già componente della compagnia “le Maschere al Mare”  fa parte dallo scorso anno della “compagnia Pullecenella & C” interpretando in “Agenzia Patrimoniale” il ruolo dell’ingegnere ucraina Olga Bubolova

Silvia Luisi già componente della compagnia “le Maschere al Mare”  fa parte dallo scorso anno della “compagnia Pullecenella & C” interpretando in “Agenzia Patrimoniale” il ruolo di Irina Pailenco

Cristina Bordino figlia d’arte, interpreta in “Agenzia Patrimoniale” il ruolo di Kristina e all’occorrenza personaggi femminili in caso di momentanea indisponibilità .

Un commento:

  1. Sono autrice di diversi testi tra cui una grammatica napoletana, VALL’A CAP^, che ha avuto molti consensi, Ho composto una commedia, in napoletano, Biancaneve e i sette ladroni, che vorrei inviarvi in visione. Grazie per l’attenzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *